ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER,
CI TENIAMO IN CONTATTO

Tragen Sie sich für den Newsletter ein,
damit wir in Kontakt bleiben können!

Sign up and keep in touch!

NEWSLETTER
dpv press

scritto da Bettina Nagel il
30

Uova di Pasqua colorate

 

Non solo come decorazione ma anche per mangiarle.

 

 

Non so se in Italia si usano tanto come in Germania, ma vi garantisco che è bellissimo avere lo uova colorate sulle nostre tavole a Pasqua. In Germania, in questo periodo, si trovano un sacco di uova, che si mangiano, variopinte in toni fortissimi.
Son belle da vedere ma personalmente non mi viene voglia di mangiarle: non mi fido di questi colori forti, che qualche volta colorano l’uovo pure sotto al guscio. Per non rischiare di tingere le nostre uova con colori non sani, vi dò un paio di alternative naturalissime e pure più belle, che si abbinano meglio alla natura che si sta svegliando.

 

Le colorazioni naturali con la verdura non hanno nessun rischio per la nostra salute (solo se ne mangiamo troppe abbiamo un problema di indigestione!). Questo metodo di colorazione è piacevole ed è un po’ una sorpresa, perché non si sa bene quale sia il risultato. Il divertimento è assicurato, specialmente se lo volete fare con i bambini; l’intensità e le nuances possono variare perché lavoriamo con un prodotto 100% naturale. Una cosa è sicura: il risultato vi piacerà.

 

 

Ultimi consigli: i colori vengono meglio con le uova dal guscio bianco, se avete la possibilità, prendetele da un allevamento a terra, è meglio perché hanno il guscio più spesso, così non si rompono facilmente. Infine ricordate che tutte le uova devono essere pulite bene bene con l’aceto.

 

Prima doppiamo decidere se vogliamo colorare le uova piene (con il tuorlo e l’albume dentro) per poi mangiarle o se semplicemente per un uso decorativo.

 

Per chi non ha mai svuotato un uovo: sotto e sopra, con un spillo si fa un buco piccolo, poi tutte e due buchi si allargano dolcemente con un ago più grosso, quindi con uno stuzzicadenti si entra in un buco e si gira un po’ per rompere il tuorlo, si prende poi dolcemente l’uovo tra i mani (mettendo sotto una ciotola) si soffia nel buco in alto abbastanza forte affinchè escano in quello sotto albume e tuorlo, infine si lava con acqua delicatamente.

 

Pronti per colorare? Che colore vogliamo avere?

Con il cavolo rosso diventano blu.

Tagliate una mezza testa di cavolo rosso in piccoli pezzi e bolliteli per circa 30-40 minuti in un litro d’acqua. Dopo aver filtrato il cavolo mettete le uova per 10 minuti a bollire finché sono sode, poi raffreddatele sotto l’acqua fredda per fermare la cottura.

 

Le tonalità del blu, violetto o anche turchese si possono variare con il cavolo rosso, in base al tempo in cui lasciate le uova dopo la cottura nel liquido.

 

Se per voi è troppo lavoro tagliare il cavolo rosso, potete anche usare i mirtilli, in questo caso invece dovrete far rassodare prima le uova e poi le metterete nel liquido e le lascerete finché avete raggiunto il colore che vi piace.

 

 

Con le barbabietole diventano rosse

Prendete 250 etti di barbabietole tagliatele e cuocetele per 60 minuti in 1 litro e mezzo d’acqua, poi filtrate il liquido. Cuocete le uova per circa 10 minuti nel liquido, poi mettetele sotto l’acqua fredda per fermare la cottura. Come anche per tutte le altre colorazioni se volete che il colore sia più intenso lasciate le uova nel liquido finchè ha raggiunto il colore che desiderate.

Se è rosa il vostro colore preferito usate the alla malva. Per questo dovete prendere circa 30-50 grammi di the sfuso metterlo in 1 litro e mezzo di acqua e lasciarlo per una notte a freddo, dopodichè lo bollite per 20-30 minuti, lo filtrate e procedete come sopra con le uova.

 

 

Con la camomilla diventano gialle

Prendete 50 grammi di fiori di camomilla metteteli in un mezzo litro di acqua, lasciate riposare per una notte, poi cuocete il tutto per 20-30 minuti, filtrate i fiori. Poi procederte come sopra: cioè cuocete le uova per 10 minuti, per un colore più intenso lasciarlo quanto basta.

Con la camomilla il giallo diventa soft, per raggiungere un colore più forte usate la curcuma: ci vanno 10 grammi di curcuma in un mezzo litro, bollite per 10 minuti dopo aggiungete per altri 10 minuti le uova per farle diventare sode, dopo la cottura passarle sempre sotto l’acqua fredda.

 

 

Con gli spinaci diventano verdi

Con le verdure del nostro orto non raggiungiamo un verde fortissimo, ma tenue. Per questo colore ci servono 4-5 manciate di foglie di spinaci, le bolliamo per 30 minuti in un mezzo litro d’acqua (con i gambi). Filtriamo poi le foglie, cuociamo le uova 10 minuti nel liquido, dopo le passiamo sotto l’acqua fredda e le lasciamo per un paio di ore ancora nel liquido per aumentare l’intensità del colore.

Si possono anche provare a colorare con foglie dell’infuso matè. Prendiamo circa 100 grammi di foglie, 1 litro d’acqua, le lasciamo in essa per tutta la notte, poi al mattino le facciamo bollire per 30 minuti, filtriamo le foglie, rassodiamo per 10 minuti le uova nel liquido, le passiamo sotto l’acqua fredda e poi le lasciamo per un paio di ore nel liquido freddo.

 

 

Importante per tutte le colorazioni

Per rendere le uova sode si devono cuocere 10 minuti, poi si devono passare sotto l’acqua fredda per fermare la cottura. Se lasciate le uova più a lungo nel liquido per l’intensità del colore, quello deve essere freddo o le uova vanno oltre il tempo di cottura, e quindi non sono più mangiabili (ovviamente queste regole non valgono per le uova vuote).
E ricordatevi di pulire le uova con aceto prima di colorale!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

581055-ondecoration2016-03-05Uova di Pasqua colorate132noNon solo come decorazione ma anche per mangiarle. Non rischiate di tingere le vostre uova con colori non sani, vi dò un paio di alternative naturalissime e pure più belle, che si abbinano meglio alla natura che si sta svegliando.{"titolo":"Uova di Pasqua colorate","testo":"

Uova di Pasqua colorate

\r\n

 

\r\n

Non solo come decorazione ma anche per mangiarle.

\r\n

 

\r\n

PHOTO1055 PHOTO1057

\r\n

PHOTO1058 PHOTO1059

\r\n

 

\r\n

Non so se in Italia si usano tanto come in Germania, ma vi garantisco che è bellissimo avere lo uova colorate sulle nostre tavole a Pasqua. In Germania, in questo periodo, si trovano un sacco di uova, che si mangiano, variopinte in toni fortissimi.
Son belle da vedere ma personalmente non mi viene voglia di mangiarle: non mi fido di questi colori forti, che qualche volta colorano l’uovo pure sotto al guscio. Per non rischiare di tingere le nostre uova con colori non sani, vi dò un paio di alternative naturalissime e pure più belle, che si abbinano meglio alla natura che si sta svegliando.

\r\n

 

\r\n

Le colorazioni naturali con la verdura non hanno nessun rischio per la nostra salute (solo se ne mangiamo troppe abbiamo un problema di indigestione!). Questo metodo di colorazione è piacevole ed è un po’ una sorpresa, perché non si sa bene quale sia il risultato. Il divertimento è assicurato, specialmente se lo volete fare con i bambini; l’intensità e le nuances possono variare perché lavoriamo con un prodotto 100% naturale. Una cosa è sicura: il risultato vi piacerà.

\r\n

 

\r\n

PHOTO1060 PHOTO1061

\r\n

PHOTO1062 PHOTO1064

\r\n

 

\r\n

Ultimi consigli: i colori vengono meglio con le uova dal guscio bianco, se avete la possibilità, prendetele da un allevamento a terra, è meglio perché hanno il guscio più spesso, così non si rompono facilmente. Infine ricordate che tutte le uova devono essere pulite bene bene con l’aceto.

\r\n

 

\r\n

Prima doppiamo decidere se vogliamo colorare le uova piene (con il tuorlo e l’albume dentro) per poi mangiarle o se semplicemente per un uso decorativo.

\r\n

 

\r\n

Per chi non ha mai svuotato un uovo: sotto e sopra, con un spillo si fa un buco piccolo, poi tutte e due buchi si allargano dolcemente con un ago più grosso, quindi con uno stuzzicadenti si entra in un buco e si gira un po’ per rompere il tuorlo, si prende poi dolcemente l’uovo tra i mani (mettendo sotto una ciotola) si soffia nel buco in alto abbastanza forte affinchè escano in quello sotto albume e tuorlo, infine si lava con acqua delicatamente.

\r\n

 

\r\n

Pronti per colorare? Che colore vogliamo avere?

\r\n

Con il cavolo rosso diventano blu.

\r\n

Tagliate una mezza testa di cavolo rosso in piccoli pezzi e bolliteli per circa 30-40 minuti in un litro d’acqua. Dopo aver filtrato il cavolo mettete le uova per 10 minuti a bollire finché sono sode, poi raffreddatele sotto l’acqua fredda per fermare la cottura.

\r\n

 

\r\n

Le tonalità del blu, violetto o anche turchese si possono variare con il cavolo rosso, in base al tempo in cui lasciate le uova dopo la cottura nel liquido.

\r\n

 

\r\n

Se per voi è troppo lavoro tagliare il cavolo rosso, potete anche usare i mirtilli, in questo caso invece dovrete far rassodare prima le uova e poi le metterete nel liquido e le lascerete finché avete raggiunto il colore che vi piace.

\r\n

 

\r\n

PHOTO1065 PHOTO1066

\r\n

PHOTO1067 PHOTO1068

\r\n

 

\r\n

Con le barbabietole diventano rosse

\r\n

Prendete 250 etti di barbabietole tagliatele e cuocetele per 60 minuti in 1 litro e mezzo d’acqua, poi filtrate il liquido. Cuocete le uova per circa 10 minuti nel liquido, poi mettetele sotto l’acqua fredda per fermare la cottura. Come anche per tutte le altre colorazioni se volete che il colore sia più intenso lasciate le uova nel liquido finchè ha raggiunto il colore che desiderate.

\r\n

Se è rosa il vostro colore preferito usate the alla malva. Per questo dovete prendere circa 30-50 grammi di the sfuso metterlo in 1 litro e mezzo di acqua e lasciarlo per una notte a freddo, dopodichè lo bollite per 20-30 minuti, lo filtrate e procedete come sopra con le uova.

\r\n

 

\r\n

PHOTO1069 PHOTO1070

\r\n

PHOTO1071 PHOTO1072

\r\n

 

\r\n

Con la camomilla diventano gialle

\r\n

Prendete 50 grammi di fiori di camomilla metteteli in un mezzo litro di acqua, lasciate riposare per una notte, poi cuocete il tutto per 20-30 minuti, filtrate i fiori. Poi procederte come sopra: cioè cuocete le uova per 10 minuti, per un colore più intenso lasciarlo quanto basta.

\r\n

Con la camomilla il giallo diventa soft, per raggiungere un colore più forte usate la curcuma: ci vanno 10 grammi di curcuma in un mezzo litro, bollite per 10 minuti dopo aggiungete per altri 10 minuti le uova per farle diventare sode, dopo la cottura passarle sempre sotto l’acqua fredda.

\r\n

 

\r\n

PHOTO1073 PHOTO1074

\r\n

PHOTO1075 PHOTO1076

\r\n

 

\r\n

Con gli spinaci diventano verdi

\r\n

Con le verdure del nostro orto non raggiungiamo un verde fortissimo, ma tenue. Per questo colore ci servono 4-5 manciate di foglie di spinaci, le bolliamo per 30 minuti in un mezzo litro d’acqua (con i gambi). Filtriamo poi le foglie, cuociamo le uova 10 minuti nel liquido, dopo le passiamo sotto l’acqua fredda e le lasciamo per un paio di ore ancora nel liquido per aumentare l’intensità del colore.

\r\n

Si possono anche provare a colorare con foglie dell’infuso matè. Prendiamo circa 100 grammi di foglie, 1 litro d’acqua, le lasciamo in essa per tutta la notte, poi al mattino le facciamo bollire per 30 minuti, filtriamo le foglie, rassodiamo per 10 minuti le uova nel liquido, le passiamo sotto l’acqua fredda e poi le lasciamo per un paio di ore nel liquido freddo.

\r\n

 

\r\n

PHOTO1077 PHOTO1078

\r\n

PHOTO1079 PHOTO1080

\r\n

 

\r\n

Importante per tutte le colorazioni

\r\n

Per rendere le uova sode si devono cuocere 10 minuti, poi si devono passare sotto l’acqua fredda per fermare la cottura. Se lasciate le uova più a lungo nel liquido per l’intensità del colore, quello deve essere freddo o le uova vanno oltre il tempo di cottura, e quindi non sono più mangiabili (ovviamente queste regole non valgono per le uova vuote).
E ricordatevi di pulire le uova con aceto prima di colorale!

\r\n

 

\r\n

 

\r\n

 

\r\n

 

\r\n

 

\r\n

 

\r\n

 

\r\n

 

\r\n

 

\r\n

 

\r\n

 

","abstract":"Non solo come decorazione ma anche per mangiarle. Non rischiate di tingere le vostre uova con colori non sani, vi dò un paio di alternative naturalissime e pure più belle, che si abbinano meglio alla natura che si sta svegliando."}
2016-04-12 09:17:45
166 2016-05-27 Fiori, Fiori, Fiori articoli_166_0.jpg
177 2016-10-13 Centrotavola autunnale articoli_177_0.jpg
158 2016-04-08 Centrotavola - nuovo styling per l'estate articoli_158_0.jpg
147 2016-02-18 Fuori la primavera sta arrivando articoli_147_4.jpg
152 2016-03-08 Centrotavola per Pasqua ...prendi due e fai uno articoli_152_1.jpg
153 2016-03-31 Centrotavola Decorazione per Pasqua articoli_153_0.jpg
151 2016-03-08 Segnaposti per Pasqua articoli_151_0.jpg
150 2016-03-08 Ferma-tovaglioli per Pasqua articoli_150_0.jpg
149 2016-03-12 Prepariamo la tavola per Pasqua articoli_149_0.jpg
148 2016-03-08 Portauovo (DIY) articoli_148_0.jpg
146 2016-02-18 Il centrotavola che cambia umore articoli_146_0.jpg
121 2015-11-03 Il segreto delle stanze comode! articoli_121_8.jpg
116 2015-07-31 Non abbiate paura della lucentezza! articoli_116_26.jpg Tom Dixon
114 2015-07-31 Come preparare una tavola moderna, ma non impersonale? articoli_114_5.jpg
81 2014-10-28 Cesti di vimini - intrecciato magnifico articoli_81_2.jpg
58 2016-03-05 Uova di Pasqua colorate articoli_58_2.jpg
55 2016-03-10 Pasqua pasqua, decorazioni, articoli_55_0.jpg Buona Pasqua
54 2015-03-05 Idee per preparare la tavola per Pasqua pasqua, tavolo, decorationi articoli_54_6.jpg Tavolo per Pasqua
25 2013-08-01 Cose che amiamo mettere in evidenza decorazioni, oggetti, messo in scena articoli_25_13.jpg Credenza piena di ricordi
8 2013-04-09 La magia del portatovagliolo portatovagliolo, art de la table, varie modi di portatovagliolo, decoration articoli_8_0.jpg Fermatovagliolo con rami e fiori
7 2013-04-08 Arrivano ospiti art de la table, ospite a casa tua, regole, decoration articoli_7_5.jpg Buon fine settimana